Suggestioni ieri

Ieri ho avuto un disturbo mentale che non devo sottovalutare, mi erano successe delle
cose strane in casa che magari hanno delle spiegazioni scientifiche, quindi ieri mi
sono messo a fare una ricerca su dei forum su internet e come si può immaginare
online si trova di tutto, dagli scettici, a quelli che credono in poteri paranormali, quindi
mi capitava di leggere un sacco di storie di fenomeni paranormali che mi stavano
creando uno stato di forte suggestione ed ho iniziato ad avere dei flash come se
potesse prendere possesso di me una parte malata che potesse spingermi a compiere
azioni brutte. Mentre sentivo di non avere il pieno controllo di me stesso ed mi
sentivo privo di energie mentali che mi dessero lucidità, solo al pensiero di uscire
fuori di testa e mettere in pericolo la mia ragazza mi ha fatto scattare un campanello
di allarme e se ho pensato di allarmarmi è perche ritengo che la situazione era grave,
dovevo prendere un provvedimento subito e neutralizzare quello stato.

Quindi con quel poco di lucidità che mi era rimasta e che a malapena mi permetteva
di prendere decisioni sulle mie azioni, mi sono subito imposto di smettere di leggere
quelle cose suggestive, mi sono buttato sul letto cercando di tranquillizzarmi e ho
iniziato a piangere impaurito di me stesso. Dentro di me chiedevo aiuto, speravo tanto
che ci fosse qualcuno di “forte” che potesse tenere la situazione sotto controllo e
potesse gestirmi, mi sarei allarmato di meno se fossi stato solo. Sono disposto a farmi
curare se proprio devo stare in queste condizioni, sto toccando il fondo e non mi era
mai successa una cosa simile, ma non voglio mettere in pericolo chi mi sta intorno.

La motivazione di questi miei problemi la si può trovare in uno stato di malessere che
sto attraversando negli ultimi anni a causa di dispiaceri e di una vita in cui non
sempre riesci a reggerne le difficoltà. Mi sono indebolito emotivamente, ho perso la
vitalità e mi sono isolato dal mondo, molte volte anche per una giusta causa perche
spesso la gente risulta cattiva, approfittatrice e irrispettosa è quindi quando supera i
limiti prendo le distanze. Inoltre si è aggiunto lo stress da lavoro dove sto incollato
molte ore davanti al pc spinto dall’ansia di non potercela fare perche è instabile e
pieno di ostacoli, rischio in continuazione di rimanere senza lavoro e avvolte riesco a
campare con qualche soldo messo da parte prima di subire problemi lavorativi, essere
un libero professionista non è facile quando guadagni come un qualsiasi lavoratore
precario, con l’unico vantaggio di non avere un capo e di non avere tanti vizi.

Purtroppo in una città come la mia il lavoro è precario e spesso se non hai una
specializzazione richiesta, la maggior parte dei datori di lavoro disonesti ti sfruttano e
ti sottopagano e ci vorrebbero delle leggi più severe contro di loro.

La legge in una nazione sviluppata e civilizzata come l’italia dovrebbe permettere ogni essere umano
di poter avere “il diritto” di un lavoro dignitoso e di uno stile di vita dignitoso, se poi
uno vuole fare il barbone sono fatti suoi, ma ci deve essere sempre la possibilità di
poter scegliere di vivere a proprio piacimento, lavorare non deve essere un
“privilegio” dove devi supplicare e ringraziare a chi ti da la possibililità di lavorare.
A parte questo si aggiungono anche problemi di salute che sicuramente influiscono.

Oltre alla debolezza fisica che sento a causa del mio stile di vita, da un anno sto
avendo una serie di patologie che dovrebbero essere collegate ad una carenza di
produzione di testosterone che mi sta provocando una serie di sintomi collegati come
congiuntivite e fastidi alla vista, depressione, disfunzioni erettili, affaticamento fisico,
ecc, questo è il motivo per cui ho ridotto anche l’uso di alcolici che contribuiscono ad
abbassare i livelli di testosterone, ma nonostante ho fatto la richiesta di prenotazione,
non si trova ancora nessun posto disponibile per prenotare una visita medica, spero di
potermi curare in modo da potermi cura io delle persone che mi vogliono bene, non
voglio essere io ad avere bisogno di qualcuno.