Archives

now browsing by author

 

Programmi per sviluppare siti Web

I migliori programmi per sviluppare siti Web

 

Adobe Dreamweaver

adobe-dreamweaver-33

Il programma più conosciuto per realizzare dei siti web è Adobe Dreamweaver, questo programma interpreta vari tipi di codici di programmazione mostrandoli in versione semplificata tramite un interfaccia grafica. Le ultime versioni supportano anche il nuovo HTML 5, non mancano linguaggi diffusi come php, asp, ecc. Potete provare questo software gratuitamente per 30 giorni, dopodichè bisognerà acquistarlo. È compatibile con Windows e Mac OS X. Download gratuito dal sito ufficiale.

SeaMonkey

seamonkey-1.1.4-win-en-19

Seamonkey è un prodotto di Mozilla gratuito e completo e include un browser, un client di posta elettronica, un client IRC ed un compilatore di codice per creare delle pagine web in una modalità semplice oppure per esperti, la modalità per esperti permette di agire direttamente sul codice html. Anche in questo caso si tratta di un programma disponibile nella lingua italiana e compatibile con Windows, Mac OS X e Linux. Ecco il Download gratuito.

PSPad Editor

PSpad

PSPad Editor permette di lavorare con i linguaggi di programmazione ASP, PHP, HTML, XHTML, Javascript, Perl e C++, si tratta di un programma abbastanza leggero e espandibile con nuove estensioni, ma purtroppo è disponibile solo per Windows. Scaricalo ora.

BlueGriffon

bg3

BlueGriffon è un altra soluzione gratuita basata sul motore Gecko di Mozilla Firefox che permette di creare siti web professionali, lavorando sia con un editor grafico che tramite codice html. Questo software supporta i recenti linguaggi CSS3 e l’HTML 5, è disponibile nella lingua italiana ed è compatibile con i sistemi operativi Windows, Mac OS X e Linux. Ecco il download gratuito.

Bluefish

Bluefish_(text_editor)

Bluefish è un altra alternativa a dreamweaver che permette di lavorare con vari linguaggi di programmazione, tra questi Pascal, CSS, WordPress, XHTML, JavaScript, Perl, PHP, SQL, XML ed altri. Il programma è disponibile nella lingua italiana ed è compatibile con Windows, Mac OS X e Linux. Scaricalo ora.

KompoZer

kpz-08a4

Se non volete spendere soldi consiglio di scaricare gratuitamente KompoZer che è una buona alternativa a dreamweaver in quanto offre delle funzionalità avanzate. Questo programma dispone di un editor grafico davvero semplice e intuitivo e per i più esperti permette di mettere mani direttamente nel codice html. Vi è anche un client ftp, un editor per il codice CSS, un correttore di sintassi, dei tools per la creazione di tabelle e moduli e tanto altro. Un altra cosa piacevole è che il programma ha una versinoe in italiano ed è compatibile con Windows, Mac OS X e Linux. Potete scaricare questo software da qui.

Francesco Greco, un lupo solitario ignorato dai migliori esperti seo italiani

4x690_1024x690

Ultimamente facendo delle ricerche sul web riguardo la mia persona ho trovato delle critiche fatte proprio da miei competitor che dicono che:

- mi autodefinisco uno dei più importanti esperti seo italiani (ma nessuno conosce i miei risultati)

- sono un ladro di idee

- non inserisco riferimenti alla mia persona e quindi ho qualcosa da nascondere

- il mio network di siti di cui parlo non fa visite

ecc.

Il mondo seo è formato da delle comunità, la più grossa in italia è quella di giorgiotave e la maggiorparte degli apprendisti seo italiani (anche quelli più esperti) prendono alla lettera ciò che leggono da chì a sua volta ha letto senza aver testato realmente alcuni algoritmi dei motori di ricerca. Addirittura su alcuni siti ho trovato la lista dei migliori seo italiani, eccone una:

Adriano De Arcangelis
Andrea Cappello
Andrea Pernici
Andrea Podda
Andrea Scarpetta
Benedetto Motisi
Cesarino Morellato
Danilo Petrozzi
Dario Ciracì
Davide Pozzi
Donato Paolino
Emanuele Tamponi
Emanuele Tolomei
Enrico Altavilla
Enrico Madrigano
Erminia Guastella
Fabio Papalia
Fabio Sutto
Gianluca Fiorelli
Gianni Carfagno
Giorgio Taverniti
Giuseppe Lanzetta
Ivano Di Biasi
Jacopo Matteuzzi
Luca Bove
Marco Maltraversi
Marco Salvo
Matteo Monari
Michele Baldoni
Pasquale Gangemi
Pasquale Scarpati
Piersante Paneghel
Riccardo Perini
Salvatore Aranzulla
Salvatore Capolupo
Simone Righini
Stefano Natale
Valentina Pasquali
Valerio Notarfrancesco

Molti dei seo presenti in questa lista in realtà sono amici o collaboratori in quanto di tanto in tanto organizzano delle assemblee nazionali per parlare dei fattori di posizionamento sui motori di ricerca, per questo motivo quando vengono scritti degli articoli di questo genere si tende ad escludere chì è fuori dalla cerchia. In realtà ho veramente poco a che fare con questi seo in quanto non sono mai stato partecipe nelle loro attività, ma con questo non voglio dire che sono migliore degli altri o viceversa, ma sicuramente sono più libero da determinate idee che si inculcano a vicenda.

Francesco Greco

52148472454_posts

Spesso mi sono autodefinito uno dei più capaci seo italiani in quanto sono riuscito a portare in prima pagina diversi siti web per parole molto competitive, anche il sito realizzazionesitiweb.mobi è sempre in testa alle classifiche di google per keyword come: realizzazione siti web ecommmerce, realizzazione siti internet ecommerce, creazione siti web ecommerce, ecc. Come potete vedere dal profilo google plus il contatore mostra oltre 1000 follower e quasi 7 milioni di visualizzazioni, ebbene si sono abbastanza noto in italia grazie ad un network di blog che in 3 anni ha generato milioni di visitatori, tra questi:

- lezioni.strumenti-musicali.info (quando avevo tempo per curare questo sito riuscivo a generare oltre 3000 visite al giorno)

- tecnologiapura.net (sito dedicato al webmarketing e seo con oltre 1000 visite giornaliere)

- efestivals.biz (il vecchio aggregatore di notizie ultra visitato è diventato ora un nuovo sito di annunci tramite un redirect che punta al nuovo dominio bakekaannunci.net)

e oltre 20 altri siti…

La mia particolarità è che utilizzo tecniche molto diverse da altri seo che sono più chirurgici e macchinosi, in realtà ci sono tante cose a cui non ho mai creduto, ad esempio:

- non ho creduto al collegamento dell’autore al sito per il miglioramento del raking (infatti google ha fatto morire questa cosa)

- metadati

- compressione del sito per renderlo ultraveloce

Un esempio per capire che tutte queste cose non servono è il sito di tecnologia di aranzulla che fa milioni di visite mensili lavorando solo sulla qualità dei contenuti, nonostante tutto il suo sito non è compresso e non è ottimizzato per tante cose, direi che aranzulla è uno di quei seo che si differenzia dagli altri, ma provo stima anche per giorgiotave che mi sembra un ragazzo simpatico. La qualità dei contenuti permette di ottenere visite, ma per un buon lavoro di posizionamento è troppo importante ricevere link in entrata. Diciamo che ho un modo di lavorare grezzo, molte cose le scarto e mi concentro solo su quelle che rendono, senza stare ad affinare inutilmente tutti i dettagli. Oltre a questo faccio uso di tecniche proprietarie basate su vari test mai svelati alle comunità seo, per questo motivo sono sempre riuscito a posizionare molti siti in alto su google per parole talmente competitive che nessuno ci avrebbe provato. Intanto potete notare che di tutti i seo presenti nella lista, solo Giorgio Taverniti è l’esperto seo con il profilo google plus più visitato (oltre 15 milioni di visualizzazioni), subito dopo ci sono io (Francesco Greco) con 7 milioni di visualizzazioni. Il mio network al momento tratta tematiche come: chirurgia estetica e plastica, sigarette elettroniche, annunci generici, annunci di incontri, strumenti musicali, musica, seo, web marketing, cms, social media e servizi per donne (viaggi, gigolò, ecc.). Geniale il sito di servizi per donne no? Purtroppo è un sito segreto, nessuno sa di quale sito si tratta e gli utenti che lo conoscono non sanno che è di mia proprietà, questo perchè ho un immagine da rispettare, faccio troppe cose e rischierei di non essere credibile, eppure i risultati ci sono e come saprete il contatore di google plus non si può falsificare.

La web agency Gabetti (nome inventato)

Ho conosciuto attraverso il web un webmaster che lavora tanto grazie al suo sito che è abbastanza visitato, ma lui è anche un lupo solitario, non si interfaccia con le comunità seo e nessuno parla di lui, si vede che è molto impegnato a creare siti senza tregua dato che il suo sito è tra quelli che producono più visite per quanto riguarda la nicchia di mercato dedicata alla realizzazione dei siti web. Per ottenere successo sul web usa inconsciamente una tecnica insolita (non saprei se volontariamente o involontariamente), è un articolista dal tono polemico, mentre io che per mia natura sono più pacifico, per emergere in mezzo alla massa faccio uso di un linguaggio poco tecnico e molto amichevole.

Perchè funziona il tono polemico del sig. Gabetti?

- c’e un mio amico webmaster che ogni volta racconta di leggere ciò che scrive gabetti, evidenziandomi le sue frasi più polemiche (cose del tipo: se fai così google ti punisce, quello non vale niente, quello così, ecc. ), sicuramente oltre al mio amico ci saranno tanti competitor che per curiosità leggono ciò che scrive, portandogli involontariamente:

- traffico diretto

- visite

- un buon tempo di permanenza

- una buona frequenza di rimbalzo

- un buon numero di pagine sfogliate

Questi sono tutti fattori molto importanti per far capire a Google che un sito è importante per gli utenti.

Credo che nemmeno si renda conto di aver creato intorno a sè un personaggio che funzioni per la seo, forse crede che i suoi numeri siano solo dovuti al frutto della sua bravura, bisogna anche considerare che l’anzianità del suo sito influisce molto anche sul buon posizionamento. Intanto il sito del Sig. Gabetti con un alexa rank di circa 170.000 è tra i più visitati nel settore “web agency / seo”, molti vorrebbero avere un sito come il suo che produce una buona rendita.

Perchè Francesco Greco non è nella lista dei migliori esperti seo italiani? 

Essere presenti in determinate liste non vuol dire che si è realmente i migliori, sicuramente chi non partecipa alle conferenze seo italiane non viene conosciuto dalle comunità, tra l’altro ho sempre puntato a diventare popolare in nicchie che hanno poco a che fare con il mondo seo / webmarketing / social media, buttandomi in nicchie ancora inesplorate che hanno dei buoni potenziali economici.

Quanto costa la realizzazione di un sito web + il posizionamento su Google?

web-site-cost00

Oggi un utente di nome Giancarlo mi ha fatto una domanda molto comune: Quanto costa la realizzazione di un sito web + il posizionamento su Google?. Senza maggiori dettagli è difficile indicare un prezzo, prima di tutto si tratta di un sito vetrina o ecommerce? Per quante e quali parole chiave deve essere posizionato il sito? Il sito deve essere posizionato a livello locale, nazionale o internazionale?

In risposta alle mie domande l’utente mi ha detto che ha bisogno di un sito web vetrina e si chiedeva se l’offerta del sito a 350€ fosse davvero un offerta senza fregatura. La mia risposta è stata questa:

Ciao Giancarlo diamoci del tu che è più amichevole. Il sito web che offro a 350€ è davvero professionale in quanto utilizza la stessa piattaforma cms (wordpress) utilizzata per il sito della mia web agency che è tra i più visitati / posizionati meglio su google nel mio settore. Il sito che posso realizzare a 350€ sarà ottimizzato a livello on-page, quindi avrà un codice pulito, una struttura ultra navigabile, sarà veloce e dotato di plugin seo che permetteranno di inserire le parole chiave più inerenti nel meta title, meta description e meta keyword. Oltre a questo i plugin per la seo permettono di evitare che si creino contenuti duplicati attraverso i tag rel canonical e noindex se necessario, infine vi è anche la possibilità di scegliere una struttura dei permalink seo friendly. Oltre al costo per la realizzazione del sito bisogna considerare l’acquisto di un hosting + nome di dominio per una spesa che si aggira dai 40 ai 60€ annuali.

L’offerta del sito a 350€ anche se vanta di un prezzo molto contenuto, offre la stessa e identica tipologia di sito che offro in abbinamento al servizio di posizionamento ad un prezzo notevolmente più alto, la differenza di prezzo la fa il servizio di posizionamento e che si tratti di una spesa di 2000€, di 10.000€ o di 350€, il sito rimane sempre quello!.

Per quanto riguarda il posizionamento sui motori di ricerca se si tratta di posizionare parole chiave legate ad una determinata zona geografica (es. agenzia immobiliare firenze) posso offrire il servizio di realizzazione del sito + posizionamento a 2000€.

Se invece desideri che venga fatto un grosso lavoro che comprenda la realizzazione del sito + webmarketing + posizionamento, consiglio di visualizzare questa offerta http://realizzazionesitiweb.mobi/offerta-servizi-seo-webmarketing-ecco-come-arrivare-tra-i-primi-su-google/.

In alternativa ai servizi di posizionamento su Google è possibile avviare una campagna adwords in modo che il tuo annuncio appaia da subito su Google per le keyword scelte ad un prezzo molto più accessibile, tuttavia nel lungo termine il servizio relativo al posizionamento sui motori di ricerca diventa più conveniente. Posso avviare / gestire una campagna pubblicitaria su Google a 50€, 75€, 100€, 125€, 150€ o anche più, ovviamente quanto più alto sarà l’importo investito, più saranno le visite / clic provenienti dai risultati sponsorizzati.

Intanto giusto per dimostrare la qualità dei miei servizi, puoi constatare che i siti della mia web agency sono posizionati in questo modo:

www.preventivositoweb.name è in prima pagina su google a livello nazionale per parole come: preventivo sito web, preventivo sito internet, preventivo sito ecommerce e tante altre parole chiave

www.realizzazionesitiweb.mobi è in prima pagina a livello nazionale per parole come: realizzazione siti web ecommerce, costruzione siti web ecommerce, creazione siti web ecommerce, ecc.

Attenzione: nel caso in cui non vedessi i miei siti in prima pagina vorrà dire che Google ha identificato la tua zona geografica facendo sorpassare i miei siti da siti di web agency della tua regione / città, in ogni caso i miei siti dovrebbero apparire tra le prime pagine. Considera inoltre che a causa delle continue modifiche agli algoritmi, le classifiche sui motori di ricerca potrebbero variare, intanto sono molto apprezzabili i risultati ottenuti per i miei siti perhè in questa nicchia la concorrenza  nazionale è altissima e molti dei miei competitor sono esperti seo di alto livello, che ho superato. Solo la keyword “preventivo sito web” restituisce su Google oltre 2 milioni di risultati concorrenti, infatti i miei siti sono tra i più conosciuti e visitati in italia, anche per via delle informazioni utili che inserisco nell’area blog, quindi se vorrai potrai fare lo stesso con il tuo sito,  ma tranquillo, il prezzo rimarrà 350€.

Puoi notare inoltre che il mio profilo su Google Plus è abbastanza autorevole in quanto è stato visualizzato da oltre 6 milioni di persone grazie alla popolarità del mio network di siti che sono abbastanza visitati in italia (sono proprietario di oltre 10 siti che generano un bel traffico), tra questi il più visitato sito italiano di strumenti musicali http://lezioni.strumenti-musicali.info e tecnologiapura.net che tratta tematiche legate al posizionamento su google, webmarketing, siti web, ecc.

Puoi trovare il mio profilo google plus con il rispettivo contatore di visite / follower a questo indirizzo https://plus.google.com/u/0/106210973852148472454/posts

Credo che qualsiasi web agency che offra il servizio di posizionamento sui motori di ricerca debba avere un sito ben posizionato (almeno tra le prime 3 pagine) altrimenti vorrà dire che non è in grado di garantire dei risultati o raggiungere gli obbiettivi dei clienti.

Quando si parla di seo o di ottimizzazione del sito è bene prestare attenzione alle penalizzazioni algoritmiche, affidare un lavoro di posizionamento a dei falsi esperti comporta il rischio di penalizzazioni permanenti sul proprio sito, nel seguente indirizzo ho trattato vari argomenti relativi alle penalizzazioni http://tecnologiapura.net/category/penalizzazioni.

Al seguente indirizzo puoi trovare le norme di google https://support.google.com/webmasters/topic/6001971?hl=it&ref_topic=6001981. Il mio lavoro è basato solo sulla qualità nel rispetto delle regole di Google in modo da garantire un risultato a lungo termine. Un lavoro basato sullo spam potrebbe portare a dei benefici inizialmente (raramente!), fino a quando google non si accorge dei trucchetti scorretti penalizzando pesantemente il sito.

Come la costruzione di un sito web di successo permette di vendere su internet?

La maggiorparte dei siti web ecommerce non riesce a vendere nulla perchè non sono seguiti da dei veri esperti in webmarketing ma alcuni consigli che potrebbero tornare utili li trovate qui:

Quando non conviene realizzare un sito di commercio elettronico
Aprire un negozio online ecommerce e aumentare le vendite
Come lo sviluppo di un sito web di commercio elettronico può garantire il successo
3 aspetti vincenti per la realizzazione di un sito web di commercio elettronico
Consigli per migliorare l’esperienza di acquisto di un sito web ecommerce

Negli anni passati pur di guadagnare qualcosa mi sono sempre messo a studiare qualcosa, purtroppo avere le capacità non basta, ma è importante trovare o meglio (più comodo) farsi trovare dai clienti, per questo un giorno mi venne l’idea di promuovere i miei servizi realizzando un sito web. Quando ho aperto il primo sito web non arrivavano mai rischieste da parte degli utenti, questo perchè il mio sito poteva essere trovato solo da chi conosceva il mio nome, per questo ho pensato di farmi trovare le parole chiave inerenti ale mie attività, ad esempio “riparazione computer taranto”, “formattazione computer taranto,” ecc.

L’importanza di un titolo o di una frase per il successo
Prima di svelarvi quali sono state le azioni che hanno permesso di far crescere il mio sito web voglio farvi capire come devono essere i titoli dei vostri contenuti. Ad esempio se avete inserito nel vostro sito una pagina che promuove il vostro servizio di formattazione di computer, credete che sia più efficace inserire il titolo 1 o 2?

Titolo 1: Vuoi formattare il tuo computer? ecco come fare..

Titolo 2: Ecco come riparare un computer

Anche se i titoli possono sembrare simili dato che si tratta sempre di un guasto del pc, quando un utente effettua una ricerca sul web, se vuole formattare il proprio pc, si aspetta di trovare risultati più attinenti con la parola “formattare”. Quindi cercate di inserire i titoli che gli utenti vorrebbero trovare.

Un sito web per avere successo dovrebbe avere le seguenti caratteristiche:
- deve essere tra i primi 20 risultati di google (yahoo e bing producono poco traffico quindi si possono pure risparmiare)
- deve essere veloce e ultra navigabile con dei menu intuitivi
- deve essere citato un pò ovunque (directory, social media, comunicati stampa, blog, siti, ecc.)
- deve avere quel qualcosa in più rispetto ai competitor
- deve essere utile per gli utenti
- deve essere poco promozionale
- deve contenere nei metatag le keyword più attinenti a quello che offre
- deve avere contenuti originali, dettagliati e di qualità
- deve essere creato con un codice pulito senza errori
- deve essere aggiornato
- deve avere un buon numero di backlink
- deve ispirare fiducia agli utenti ed esporre tutte le informazioni utili (recapiti e referenze)
- deve poter monitorare gli utenti che accedono al sito
- deve permettere agli utenti di condividere i contenuti nei social media
- deve avere un nome di dominio facile da ricordare e che ispiri professionalità

I siti di successo sono quelli che offrono ai visitatori ciò che cercano, potrebbe essere una buona idea creare dei sondaggi per capire cosa potrebbe piacere ai visitatori. In questo articolo ho fatto l’esempio di un sito di un ristorante, preferite trovare una pagina dedicata al suo chef o al listino prezzi con il menu? Ovvio che agli utenti interessa vedere le foto del ristorante con i prezzi dei menu, purtroppo molti siti non mettono a disposizione degli utenti le informazioni più importanti.

Gli errori nei codici di programmazione
Anche se influisce poco nei motori di ricerca almenochè non ci siano degli errori nella scrittura del codice in modo disastroso, è importante che un sito sia costruito con un codice corretto evitando tanti inutili script che lo appesantiscono. Se avete bisogno di un analisi seo potete contattarci in modo da perfezionare il vostro sito.

Siti bannati da Google
Spesso mi contattano utenti che non trovano più il loro sito nei motori di ricerca perche vengono penalizzati o addirittura bannati da google. Questo accade perchè in rete si trovano webmaster senza esperienza nei motori di ricerca che propongono i servizi seo a prezzi molto bassi, dato che il lavoro seo è impegnativo, non può essere fatto a prezzi economici, considerando che non assicura la riuscita dell’intervento di posizionamento. I webmaster che chiedono poco spesso utilizzano delle tecniche spam che fino a qualche anno fa funzionavano pure, fino a quando google non capiva che c’era quancosa di innaturale nei suoi algoritmi. Infatti ci sono siti che sono stati bannati anche a distanza di qualche anno. Non è meglio dormire tranquilli sapendo che si lavora in modo pulito? Ci sono aziende che a causa delle forti penalizzazioni con conseguente perdita di traffico, hanno dovuto chiudere barracca!, potete trovare un caso qui: Dj stools vittima di google penguin.

I nostri siti non vengono bannati perché conosciamo bene le regole di google
Lavoriamo da diversi anni come webmaster e esperti seo e sappiamo come posizionare un sito web usando solo delle tecniche che non violano le norme dei motori di ricerca.

Ecco le regole che adottiamo per i nostri clienti

1) Avere un sito che scali le classifiche sui motori di ricerca
Un sito deve avere necessariamente i contenuti che interessano agli utenti, anche a scapito di una grafica molto elaborata. E’ importante che le pagine abbiamo dei contenuti a tema con quello che in teoria dovrebbe offrire il sito agli utenti. Bisogna evitare le pagine in flash in quanto i motori di ricerca non sono in grado di capire il significato delle immagini, così come bisogna evitare di appesantire il sito con codici di programmazione come Java, Javascript ed i frame. Il sito non deve contenere articoli presenti in altri siti perchè i motori di ricerca odiano i copioni, penalizzandoli. Quando google trova 2 siti che hanno gli stessi contenuti, stabilisce chì è il vero autore mettendo il sito copione in un indice supplementare.

Un sito che subisce questa penalizzazione difficilmente sarà trovato dagli utenti, Google conserva le pagine con i contenuti duplicati, ma conserva anche le pagine con contenuti poco interessanti mettendoli in questa categoria supplementare che non avrà una buona visibilità.  Le cose che vi dico non sono frutto di mie idee e basta, lo dice anche Matt Cutts, l’ingegnere di google in questo articolo in inglese. Quando i nostri clienti ci richiedono il servizio di scrittura delle loro pagine (copywriter) analizziamo prima quali sono le parole che gli utenti potrebbero digitare affinchè possano essere interessati ai servizi offerti. Vi ricordo che l’analisi delle parole chiave è molto importante, ci sono siti che sono in prima pagina per parole chiave che non digita nessuno, e quindi non ottengono visite!

Si può posizionare un sito senza dover pagare un esperto seo?
In rete si trovano facilmente i consigli su come ottimizzare un sito web, ma senza almeno un consulente che spiega come posizionare il sito, sconsiglio di andare allo sbaraglio, quest potrebbe comportare delle penalizzazioni, inoltre i motori di ricerca cambiano sempre le regole, quindi un esperto seo sarà sempre aggiornato su come agire.

Bisogna evitare di inserire in modo ripetitivo nei contenuti le parole chiave di proprio interesse, così come bisogna evitare di mettere una grande lista di parole chiave all’interno dei meta tag e sopratutto nel meta keyword che serve a ben poco. Se un webmaster che si spaccia per seo fa qualcosa di simile potete capire subito che non è un professionista. Alcuni potrebbero usare questi trucchi senza avere benefici ma neanche penalizzazioni, eppure se qualche utente fa la spia segnalando il tutto a google, le penalizzazioni arrivano! Fortunatamente se noi appariamo in alto nei motori di ricerca è perche la maggior parte dei nostri competitor sono convinti che bisogna realizzare siti ad alto impatto grafico.  Così come non sono in grado di fare siti attira-traffico per le loro we agency, sarà altrettanto per i loro clienti. Per partire con il piede giusto potete rivolgervi a noi per uan consulenza, nella pagina “costi” potete trovare i prezzi orientativi di alcuni nostri servizi. Se il vostro sito non ha visitatori e non è stato creato da un esperto seo, bisognerà realizzarlo da zero.

2) Creare una struttura ultra navigabile
Una struttura intuitiva migliora l’esperienza di navigazione dell’utente. In media ogni utente visita 2 pagine per sito, quando la media delle pagine sfogliate su un sito è inferiore alle 2 vuol dire che il sito non è proprio il massimo per gli utenti che magari potrebbero trovarsi meglio con il sito di un vostro competitor. Google ovviamente tiene conto anche del numero delle pagine sfogliate di un sito.   Quando progettiamo un sito facciamo in modo che un visitatore già dalla home page possa trovare tutto il necessario a portata di mano.

3) Creare un sito veloce 
Gli utenti quando cercano delle informazioni sul web cercano in modo frettoloso, chiudendo subito le pagine dei siti poco interessanti o lenti da caricare. Google è al corrente di questo quindi penalizza i siti che superano i 2 secondi per il caricamento delle pagine. Considerate inoltre che la maggiorparte degli utenti non naviga più con l’adsl ma con un dispositivo mobile, avere un sito veloceè davvero una cosa da non sottovalutare.

4) Far sì che gli utenti compiano delle azioni
I visitatori possono essere motivati a compiere un azione se ad esempio si inseriscono delle promozioni, si potrebbe scrivere nel sito qualcosa tipo: “solo per questa settimana possiamo realizzare il vostro sito ad un prezzo scontato del 50%”, oppure si possono motivare i visitatori a iscriversi alla newsletter con una frase tipo: “se vi iscrivete questo mese riceverete l’ebook gratuito contenente i 10 migliori modi per posizionarsi su google”. Per motivare i visitatori bisogna sempreregalare qualcosa (informazioni interessanti, software, sconti, omaggi).

5) Catturare l’attenzione dei visitatori
Quando i visitatori vanno spesso a visitare un sito, vuol dire che quel sito ha qualcosa di veramente utile da offrire e google tiene in considerazione anche questo. Anche voi potete fidalizzare i vosti visitatori inserendo nel sito ad esempio l’area blog dove almeno un paio di volte al mese potete offrire dei suggerimenti, articoli o qualsiasi cosa che possa attirare l’attenzione degli utenti. Ad esempio per far si che continuare a leggere gli articoli del mio sito potrei dirvi che tra 1 settimana scriverò un altro articolo contenente 2 consigli fondamentali per il posizionamento sui motori di ricerca che ancora non ho svelato. Quando si offrono degli aggiornamenti interessanti agli utenti è una buona idea avere anche un form di iscrizione alla newsletter, in questo modo è possibile avvisare a tutti gli tramite email che è stato postato un nuovo articolo.

6) Visibilità da tutti i dispositivi e browser
Far si che il sito sia visibile da tutti i browser e dai dispositivi mobili aiuta a non perdere una fetta di visitatori che negli ultimi anni è diventata sempre più ampia. I browser a cui dare importanza perchè coprono il 97% del mercato sono: Internet Explorer (5/6/7/8/9), Firefox, Chrome e Safari. Molti siti non si vedono con i dispositivi mobili come iPhone e iPad perché fanno uso di animazioni in Flash.

7) Contenuti freschi e di qualità
Ad esempio in questa pagina sto rivelando alcune tecniche importanti per avere successo con un sito web, credete che questa risorsa non venga letta da chi è affamato di questo tipo di informazioni? Ricordate che tutto ciò che piace agli utenti piace anche ai motori di ricerca perchè il loro interesse è quello di soddisfare le richieste degli utenti.

8) Evitare di essere poco credibili
Gli utenti hanno anche loro un intuito e se quello che si scrive non rispecchia quello che  si è in grado di offrire, si perderà credibilità. Ad esempio se andate su un sito che appare in prima pagina con il titolo “scarica le basi musicali”, ma in realtà non trovate niente da scaricare, la prossima volta appena vi ritroverete quel sito lo chiuderete immediatamente, un alto tasso di chiusura di un sito è indice di bassa qualità per i motori di ricerca.

9) Far si che gli utenti si fidino
Gli utenti sono spesso diffidenti quando devono acquistare qualcosa da internet, se poi non trovano delle informazioni che rendono il tutto più credibile questo peggiorerà la situazione. Consigliamo di mettere all’interno del sito le pagine chi siamo e dove siamo senza far mancare i recapiti telefonici e la P.IVA o il codice fiscale. In alcuni casi quando il proprietario del sito web è abbastanza noto, si può sorvolare su questo consiglio, questo perchè gli utenti sanno già con chi hanno a che fare. Ad esempio basta cercare su Google delle informazioni su di me (Francesco Greco) per capire vita, morte e miracoli, considerando che il mio profilo Google plus è stato visualizzato da oltre 10.000.000 di visitatori e per essere credibile vi invito a cercarlo, vedrete che il contatore di Google vi mostrerà tutto il traffico ricevuto, contano i fatti no?.

10) Aggiornare il sito costantemente
Quando si giunge un sito che non viene aggiornato da anni ci si chiede se non è stato del tutto abbandonato, ancora peggio se si tratta di un sito aziendale che magari espone dei recapiti vecchi e inesistenti.

11) Monitorare gli utenti che accedono al sito
Per monitorare gli accessi al sito bisogna installare google analytics che è importante per capire come si comportano gli utenti sul sito. Il loro comportamento è fondamentale per il posizionamento sui motori di ricerca, quindi bisogna prestare attenzione a questi dati:

- Tempo di permanenza sul sito
- Frequenza di rimbalzo (tasso di chiusura del sito)
- Traffico diretto
- Keyword da cui provengono i visitatori
- Siti da cui provengono i visitatori
ecc..

12) La scelta giusta del nome di dominio

Un nome di dominio può influire nel posizionamento sui motori di ricerca. Ad esempio se il vostro sito si chiama ebay, molti utenti potrebbero ricordarsi del nome perche è semplice da memorizzare e inoltre è breve. Immaginate invece che il sito si chiamasse “ebaycolgoticasum”, ihihi il nome è inventato, ma chi se lo ricorderebbe? Google da molta importanza ai siti che vengono ricercati sui motori di ricerca e sa quando un utente cerca un determinato sito, se ad esempio digitate su google “ebay” vi uscirà per primo il sito ufficiale di ebay e non altri siti che magari parlano di ebay, questo per farvi capire che più viene memorizzato/cercato il nome del vostro sito e iù google capirà che si tratta di un brand importante per gli utenti. Potete trovare un argomento dettagliato al riguardo in questo articolo.

13) Condivitete le offerte e i contenuti più interessanti
Postate a tutti gli utenti che potrebbero essere interessati ai vostri servizi, le vostre offerte o i contenuti del sito più interessanti, potete trovare i potenziali clienti in forum e blog della stessa nicchia di mercato, ma anche sui principali social network come facebook, twitter e google plus.

14) Il sito deve essere pensato per gli utenti
Detto questo cercate di strutturare il sito pensando alle necessità degli utenti che lo navigano

Come riconoscere i falsi esperti seo?

seo-miti-2

Sicuramente per un utente che non conosce bene il mondo del webmarketing o seo può essere più facile cadere nella trappola dei falsi seo, ma in questo articolo vi posso far capire come individuare questa gente incompetente. Avvolte può capitare di ricevere email con scritto qualcosa del genere:

“Salve, abbiamo notato che il vostro sito web non è ben posizionato sui motori di ricerca, questo non permette di farvi trovare dai potenziali clienti. Vi proponiamo dei servizi per aumentare la popolarità del vostro sito migliorando il suo posizionamento sui motori di ricerca. Tra gli errori rilevati sul vostro sito vi segnaliamo questi:

- Errori lessicali
- Errori nel codice
- Errori dei tempi di caricamento del sito
ecc.

Le modifiche che noi apporteremmo vi consentiranno di arrivare in prima pagina ad un costo modico di 200€.

Cosa pensare di questa offerta?

Sicuramente se con 200€ riescono a portare un sito in prima pagina per keyword competitive, conviene, il problema è che ne dubito e vi spiego anche i motivi.

- Spesso hanno proposto queste offerte per alcuni siti del mio network che sono divinamente posizionato sui motori di ricerca e che producono migliaia di visite al giorno, un intervento spammoso di queste web agency potrebbe recare dei grai danni a dei buoni siti a causa di penalizzazioni dei motori di ricerca dovute a attività spammose.

- Forse non hanno visto che hanno inviato l’email ad un loro competitor, ebbene si, io mi occupo di posizionamento sui motori di ricerca, non l’hanno letto sul mio sito? Credo che inviano la stessa email a migliaia di contatti trovati sul web senza aver analizzato realmente il sito.

- Non si può stimare un prezzo così facilmente, se fossero in grado di posizionare un sito per soli 200€ diventerei io il loro primo cliente, ad esempio mi piacerebbe posizionarmi per parole chiave come “lastminute”, “hotel” e tante altre parole competitive, spenderei tutti i miei soldi per questa bella offerta, ma purtroppo la verità è che google non potrà mai posizionare un nuovo sito in prima pagina facendo scendere di posizione dei siti che ormai sono dei colossi e che generano milioni di visite mensili.

- Come mai il loro sito non si trova sui motori di ricerca a differenza del mio che appare nelle prime pagine per tutte le parole attinenti?

Mi sono preso la briga di capire chi invia queste email dato che le ricevo spesso, così ho scoperto che il sito di questa web agency è spesso irraggiungibile e attraverso il whois risulta che l’intestatario del dominio non è nemmeno italiano, qualcosa inizia a puzzarmi di truffa.

Quando non conviene realizzare un sito di commercio elettronico?

timthumb (1)

Ogni tanto mi contattano degli utenti che vogliono sapere qual’è il costo per la realizzazione di un sito web, sinceramente i miei sono prezzi accessibili ma nonostante questo ci sono clienti che preferiscono acquistare siti web più costosi e così le web agency se ne approfittano dato che si trova sempre il pollo di turno. Certo che ci sono molti utenti strani, ci sono quelli che invece dopo aver fatto realizzare un sito web si rivolgono a me per rifarlo perchè non sono soddisfatti del lavoro precedente. Dato che faccio attività di blogging la gente vede i miei siti come una spallasu cui piangere, ad esempio c’è stato qualcuno che si è lamentato per aver speso 20.000€, spesa non giustificata dato che si trattava di lavori che si potevano fare a prezzi molto più bassi, sembra che alcune web agency sono come le famose cartomanti che stavano a fottere soldi dove capitava. Indipendentemente dal valore di un servizio offerto da una web agency, alcuni lavori o servizi hanno un costo proibitivo, infatti non c’è da meravigliarvi quando si è di fronte ad un preventivo da 30.000€ o superiore. Alcuni che hanno scelto altre web agency alla mia hanno detto: mi sono rivolto a quella famosa web agency ed anche se il costo è più alto mi affido ai migliori professionisti. Siete davvero convinti che in questo modo si recupera la spesa di investimento? Per prima cosa vi dico che per incrementare le vendite con il proprio sito di commercio elettronico non basta rivolgersi ai più noti esperti seo, inoltre chi stabilisce che i miei servizi sono inferiori? il prezzo più basso? c’è gente che gioca psicologicamente sui prezzi, intanto molta gente che ha creduto in questi esperti seo ha sborsato inutilmente i propri soldi.

Qualcuno mi ha detto: “ma la web agency ha fatto il suo lavoro e ha posizionato il sito web come stabilito”, certo l’avrei fatto anche io ma ad un prezzo diverso, resta il fatto che il sito non vende. E’ la verità, non basta posizionare un sito in prima pagina per un paio di parole chiave per raggiungere il successo, solo il 5% di chi ha un sito di commercio elettronico è in grado di guadagnare qualcosa. Ci sono anche gli utenti che dicono: “il mio amico ha un sito ecommerce è guadagna”, si ci credo ma sono solo eccezioni, ci sono tante varianti da prendere in considerazione, il prezzo, il mercato in cui si adopera, il posizionamento, ecc. Che dire di quella povera gente che ha buttato tutti i propri risparmi perchè credeva nell’ecommerce? purtroppo in rete se ne parla poco ma la gente che ha buttato cifre enormi c’è! come ci sono le web agency che se ne approfittano dei clienti polli. Ricordate che un esperto in seo, sem o webmarketing fa il suo lavoro per guadagnare ma non può mai garantire il successo altrimenti si butterebbe nel commercio per se stesso. Intanto anche se posso essere contraddittorio per fare commercio elettronico non bisogna improvvisarsi, una figura con un ampia conoscenza del web sicuramente è di gran aiuto ma solitamente se la può permettere un’azienda che non ha problemi ad investire una parte del capitale per la promozione sul web.

Recentemente sono stato contattato da un’agenzia matrimoniale che spende mensilmente 5000€ per la promozione sul web, soldi a mio parere investiti male, sapete perchè? Analizzando il loro sito ho scoperto che in media non ha più di 50 visite al giorno, i famosi 5000€ vengono dati mensilmente ad una web agency che si occupa della campagna google adwords rilasciando di tanto in tanto dei report in formato pdf, in pratica l’agenzia matrimoniale non ha accesso ai dati di adwords e di analytics quindi gestisce i soldi come gli pare, magari 2000€ li spende per adwords e gli altri seli mette in tasca, chissà se poi i report non sono truccati. Giustificate tale spesa per solo 50 visite al giorno? Non c’è da spaventarsi se ci sono aziende che hanno speso anche 200.000€ per i servizi web che si sono rivelati un flop.

Quali problemi riscontra principalmente chi ha un negozio di commercio elettronico?

- la web agency aveva garantito un posizionamento in prima pagina ma così non è stato
- in 12 mesi sono state fatte meno di 10 vendite
- ogni volta che si chiede un consiglio ad una web agency viene detto sempre che bisogna rifare il sito da zero
- i risultati non coincidono con quelle che erano le spettative
- il sito web è stato portato in prima pagina ma non vende comunque nulla
- le attività di email marketing, adwords, sem e seo non hanno portato dei benefici accettabili
- alcuni consigliano magento, altri prestashop e altri joomla ma non si riesce a guadagnare in ogni caso
- ebay fa guadagnare qualcosa ma per non pagare le tasse si apre un ecommerce che invece non vende nulla
- il sito ecommerce ha dei prezzi più bassi rispetto alla concorrenza ma vende molto meno
- gli utenti si registrano ma non comprano
- il sito è visitato ma vende poco

Risposte agli utenti in cerca di consigli per fare commercio elettronico:

Domanda: Ho un sito dove vendo articoli da sexy shop tramite Google Adwords totalizzando 200 visite giornaliere ma la media delle vendite è di una ogni 500 visite, sa spiegarmi perchè?

Risposta: se in media spendi 1€ a clic, 500 clic ti costano 500€, quindi se quella vendità non è accettabile per fare un guadagno direi prima di valutare le parole chiave usate con le rispettive pagine di atterraggio, se non cambia nulla direi di abbandonare adwords. I sexy shop online che funzionano riescono a guadagnare anche senza avviare una campagna adwords. Anche se non tutti lo dicono chiaramente, adwords non in tutti casi può essere vantaggioso.

Domanda: Il mio sito per diversi anni è stato sempre nelle prime pagine dei motori di ricerca, ora improvvisamente è sparito, come mai?

Risposta: se il tuo sito è stato diciamo “ottimizzato” forse sarà stato penalizzato da google penguin perchè google non ama i siti sovraottimizzati, inoltre spero che non ci siano dei contenuti già presenti in altri siti altrimenti credo che sia stato penalizzato da google penguin. Ottimizzare un sito vuol dire cercare di rendere il più naturale possibile l’ottimizzazione, quando un webmaster cerca di forzare il posizionamento google lo sculaccia.

Domanda: ho chiuso il mio negozio di commercio elettronico per vendere online ma nonostante ci sono meno spese, di guadagni non vedo neanche l’ombra, cosa posso fare?

Risposta: se il sito non ottiene un buon traffico dai motori di ricerca, nal caso in cui ci sono dei buoni margini di guadagno dalle vendite credo che possa essere una buona idea avviare una campagna adwordso rivolgersi a qualche webmaster esperto del web (seo, sem, webmarketing), solitamente agli ecommerce che lavorano con bassi margini di guadagno consiglio di chiudere.

Intanto vi dico di stare attenti a molte web agency che fanno promesse che non riescono a mantenere dato che nessuno può garantire in assoluto il posizionamento su google, quindi non date soldi se non prima ci sono i fatti. Tanta gente che ha perso il lavoro pur di sperare in qualcosa di innovativo si è buttata nell’ecommerce con intorno gli avvoltoi webmaster. Nei settori molto competitivi è difficile ottenere dei buoni risultati e una web agency onesta dovrebbe dire la verità al cliente, inoltre più è alto il numero di pagine concorrenti e più sarà un impresa posizionare il sito nelle prime pagine, indipendentemente dal fatto che si tratta della migliore web agency del mondo, vi faccio un esempio: contattate la migliore web agency che conoscete e chiedetegli di posizionare un sito per una delle parole chiave molto competitive come: “hotel”, “lastminute” o “bed and breakfast”, dite che riuscirà? sono pronto a fare scommesse con voi, volete giocarvi 10.000€ con me? sono talmente sicuro di quello che dico che sono pronto a scommettere seriamente, anche perchè dato che mi ritengo un bravo esperto seo, altrimenti sarei riuscito anch’io! Conosco il web talmente bene che so quali sono i limiti della seo.

Domanda: ho un ecommerce dove vendo robe sportive, per qualche anno sono riuscito a guadagnare qualcosa ma da quando ho fatto modificare lo stile grafico del sito improvvisamente le visite sono calate drasticamente, sa dirmi qualcosa in merito?

Risposta: io non so cosa è stato fatto precisamente sul sito ma se il webmaster ha cambiato le url dovresti tagliargli le mani perchè in quel caso per i motori di ricerca il sito il sito avrebbe nuove pagine anche se i contenuti sono sempre gli stessi e l’anzianità delle pagine così come l’anzianità del nome del dominio sono fattori importanti per il posizionamento. Inoltre modificando il sito forse sono state cambiati i testi in alcune pagine modificando la densità di alcune parole chiave.

Domanda: Ho chiuso un enoteca per vendere il vino online attraverso un sito web ma le vendite sono state meno di 10 in 3 mesi, cosa posso fare?

Risposta: in rete ci sono tanti siti che vendono il vino senza fare dei buoni guadagni, le vendite sono poche.

Domanda: Il mio sito di commercio elettronico è stato creato con joomla ma non viene visitato, un amico esperto mi ha detto che dovrei usare un cms come prestashop o magento, in questo modo potrei ottenere dei benefici?.

Risposta: I cms che mi hai citato sono tutti buoni, chi più e chi meno ma in ogni modo non cambierebbe la situazione, questo perchè non è il cms a fare la differenza ma tutti i fattori esterni come: le condiviisoni nei social network, i backlink, la popolarità del sito, ecc., mentre tra i fattori interni direi di puntare su dei contenuti di qualità.

Domanda: da un pò di giorni cerco notizie su forum e blog su come ottimizzare un sito di commercio elettronico ma trovo troppi pareri contrastanti, alcuni consigliano un cms come prestashop o magento, altri consigliano di creare il sito da zero, altri ancora consigliano di fare email marketing ed ancora altri consigliano di avviare una campagna adwords, sinceramente da dove devo iniziare?

Risposta: ottimizzare un sito ecommerce non è assolutamente facile, bisogna ottimizzare tante cose per far eun buon lavoro, tra queste: i contenuti che come dicevo sopra devono essere non solo utili per gli utenti ma anche originali, quindi al posto di ricopiare le descrizioni dei prodotti presenti nel sito del distributore bisogna creare dei contenuti propri o almeno modificare quelli del distributore in modo da renderli originali, inoltre anche se si riesce ad ottenere una buona visibilità alcune nicchie di mercato sono davvero povere che non vale la pena fare commercio elettronico.

Domanda: Ho un sito di commercio elettronico tradotto in 6 lingue, voglio vendere l’olio d’oliva extravergine in varie parti del mondo ma nonostante abbia pensato in grande questo progetto nel giro di un anno non ho venduto nulla, totalizzando solo 200 visitatori, dove sbaglio? 

Risposta: la parola “olio d’oliva extravergine” restituisce su google circa 10 milioni di risultati concorrenti solo in italia, figurati nel mondo, questo rende molto difficile riuscire a posizionare il sito in prima pagina e per un progetto così ambizioso i costi del posizionamento sarebbero molto alti, magari consiglio di provare con google adwords.

Domanda: ciao ho un sito di commercio elettronico per la vendita del vino pugliese, si tratta di un vino molto buono ma in media non faccio più di 3 vendite l’anno, puoi aiutarmi?

Risposta: dato che si tratta di vino locale potresti provare a far posizionare il sito per parole chiave come “vino pugliese”, “vino della puglia”, ecc. in questo modo la concorrenza si riduce e di conseguenza le web agency faranno dei prezzi inferiori per il posizionamento nei motori di ricerca.

Domanda: salve un webmaster mi ha creato un sito web in modo da proporre i miei servizi, sono una escort spero che non sia critico nei miei confronti, ho speso un bel pò di soldi per fare un book fotografico sexy ma nel sito ci entrano solo i clienti che mi conoscono, per aumentare le visite dovrei rivolgermi ad un esperto seo? 

Risposta: ciao sono lieto di conoscerci, purtroppo nel tuo settore c’è una concorrenza davvero enorme, lascia stare le attività seo e prova ad avviare una campagna adwords, anzi so che ci sono dei portali come bakeca, bacheka, annunci-incontri, ecc. dove è possibile inserire a pagamento degli annunci in vetrina in modo da ottenere una ottima visibilità, credo che quei siti possono rendere molto di più di una campagna adwords.

Domanda: salve io sono contrario con quello che dici perchè sono riuscito a posizionare il mio sito di commercio elettronico senza l’aiuto di esperti seo, come mai il mio sito è sempre in prima pagina su google? 

Risposta: non mi ha detto per quali parole il sito si trova in prima pagina ma se si tratta di parole come “lezioni di nuoto per lucertole africane” tutti siamo in grado di ottenere risultati simili.

Realizzare un sito di annunci per auto usate, hotel, case

portale-annunci-auto

Spesso capita che i clienti mi chiedono di realizzare un sito web di annunci in stile subito o autoscout24. Anche se il costo di un sito del genere è abbastanza alto con la buona volontà cerco di fare prezzi abbordabili, anche se poi ci sono i furbetti che vogliono tirare il prezzo fino all’osso facendo proposte improponibili. Avete mai visto un webmaster fare un sito di annunci a 300€? Non credo proprio, e a 700€? raramente, la realizzazione di un sito di annunci si aggira sui 2000€ e avvolte anche di più. Purtroppo fare un sito di annunci costa, non tanto per la realizzazione, ma per la gestione e il posizionamento nei motori di ricerca. Alcuni potrebbero contestare quanto dico e invece vi faccio un esempio, il sito autoscout24.it ha più di 2 milioni di annunci che a loro volta ospitano circa 4 o 5 foto per un totale di oltre 10 milioni di foto. Anche se si tratta di un sito dinamico dove sono gli utenti a riempire il sito, non basterebbero anni per ottenere gli stessi risultati, almenochè non si investe in grosse campagne pubblicitare non solo sul web ma sopratutto sulle grosse emittenti televisive, ma non finisce qui, gli annunci vanno comunque moderati no? quindi è necessario avere dei dipendenti per fare questo lavoro. Da questo potete capire che non basterebbero nemmeno 100.000€. Se le web agency fossero in grado di rendere così popolari dei siti web, sicuramente li creerebbero per se stessi in modo da avere dei grandi fatturati.

Per ridurre i costi di gestione e di realizzazione di un portale di annunci alcuni clienti mi dicono: possiamo realizzare un sito web composto da una cinquantina di pagine portandolo in prima pagina per tutte le parole chiave più importanti. Ma come fa un sito piccolo e meno popolare a superare siti di una certa rilevanza? Purtroppo è molto difficile, ed è giusto che sia così altrimenti le ricerche di google non sarebbero poi tanto attendibili. Per rendere più fattibile il lavoro di posizionamento nei motori di ricerca quello che propongo è lavorare su parole chiave in base al luogo in cui si adopera, conquistando la popolarità poco per volta per poi eventualmente espandersi a livello nazionale. Resta il fatto che pur iniziando a posizionare il sito iniziando da una città di riferimento o meglio dal luogo in cui si intende principalmente adoperare, oltre a ridurre i costi per il posizionamento, non mancherà la possibilità di offrire alle aziende un portale in grado di produrre business!. Quindi ad es. al posto di posizionare il portale per keyword come auto usate, macchine usate, bmw usate, ecc., nel caso in cui si fare un posizionamento locale si potrebbero prendere in considerazione parole chiave come ad es. auto usate taranto, macchine usate taranto, bmw usate taranto, ecc.

Aprire un negozio online ecommerce e poi? Consigli per aumentare le vendite

ecommerce

Come mai alcuni siti internet ecommerce non vendono?

Il successo di un sito web ecommerce dipende da vari fattori, se il sito non vende ci potrebbero essere principalmente 3 problemi:

1 – I prezzi sono alti?

In questo caso anche se il sito ha un ottima visibilità nei motori di ricerca ridurrebbe abbastanza le sue vendite ed una volta che gli viene attribuito il termine “caro” difficilmente potrà far cambiare idea agli utenti pur modificando i prezzi. Dei prezzi competitivi contribuiscono ad aumentare la popolarità di un negozio ecommerce. Un utente mi disse: i miei prezzi sono più alti perchè offro più cose e facendo 2 conti il rapporto qualità prezzo è davvero ottimo, come mai i clienti non acquistano? La mia risposta è stata: riesci a spiegare chiaramente nel tuo sito come mai i tuoi prezzi sono più alti?

2 – Quali prodotti si vendono?

Un sito può avere dei buoni prezzi e una discreta visibilità ma resta il problema che non vende, come mai? Questo accade perchè spesso si decide di vendere prodotti facilmente reperibili nel negozio sotto casa, però esistono delle eccezioni, ad esempio sotto casa mia c’è un negozio di strumenti musicali, potrei dire benissimo, non acquisto una chitarra da internet perchè la trovo sotto casa, invece non è così, questo perchè i chitarristi sono molto particolari, non si accontentano della prima chitarra che si trovano tra le mani e di modelli di chitarre ne esistono migliaia ognuna con caratteristiche e suono diverso, alcune magari sono più orientare per la musica metal, altre per la musica pop, altre hanno il manico più largo, altre hanno il manico più sottile, altre sono fatte in legno di acero, altre sono fatte in ebano o altri tipi di legno, ecc. Per questo motivo il negozio sotto casa mia non potrebbe avere migliaia di chitarre, in questo caso grazie ad internet i chitarristi possono trovare il loro strumento preferito. Se invece volete acquistare un cellulare iphone 5, potete trovarlo tranquillamente in un negozio di cellulari così come nel web, quindi io non mi metterei mai a vendere cellulari online, almenochè non si tratta di modelli economici e super tecnologici che nei negozi non si trovano. Solitamente chi adocchia sul web prodotti che si trovano anche nel negozio della propria città lo fa perchè è in cerca di un prezzo più basso. Poi ovviamente quando si acquista un prodotto da un negozio fisico è possibile consultarsi con il commesso per avere dei consigli o sostituire il prodotto nel caso non funzionasse bene senza le fastidiose procedure online. Ci sono alcuni casi in cui vengono venduti articoli che si trovano tranquillamente nei negozi fisici, ad esempio i negozi online zalando o ovs che vendono rispettivamente scarpe e vestiti, questi sono talmente popolari che riescono a vendere spendendo cifre da capogiro in pubblicità su emittenti televisive nazionali e non solo oltre al fatto che si tratta ormai di brand molto conosciuti e affidabili, pensate di potervi mettere allo stesso livello? Io qualche volta ho acquistato online nonostante mi piace andare direttamente nei negozi. Ad esempio ho acquistato un banco di ram da 8 gb per il mio pc oppure un rotolo di tessuto in feltro, purtroppo sono articoli difficili da trovare nei negozi, anzi a dire il vero laram ddr2 da 8 gb si trova con fatica anche nel web.

3 – Poco traffico dai motori di ricerca

Un utente mi disse, ho un negozio di commercio elettronico che non porta vendite nonostante ospiti prodotti che altri competitor vendono tranquillamente considerando che i miei prezzi sono i più bassi, come mai? Questo purtroppo è il caso più frequente, il motivo per cui non vende è perchè il sito non ha una buona visibilità nei motori di ricerca. Il webmaster che sviluppa il sito non si preoccupa del posizionamento dello stesso perchè non è un lavoro di sua competenza oppure perchè si tratta di un lavoro da preventivare a parte. Posizionare un sito su google non è un compito facile e non è mica un servizio che i professionisti regalano, il prezzo che richiede un esperto seo supera quello della realizzazione del sito stesso. Se il vostro sito non vende nulla nonostante i prezzi accessibili dovete rivolgervi ad un agenzia seo esperta in webmarketing, per qualsiasi cosa sono qui per darvi dei consigli in quanto sono un esperto seo.

Come lo sviluppo di un sito web di commercio elettronico può garantire il successo?

ecommerce-successoLa gente quando è ignorante in materia dice spesso un mucchio di cazzate. Una delle cazzate è che tutti dicono che ormai si vende solo attraverso il web. Possiamo affermare invece che sono in pochi a guadagnare grazie al web, anzi chi ci guadagna siamo noi webmaster che realizziamo i siti internet. Siamo in grado di realizzare siti per tutte le tasche e di tutti i livelli, compresi siti come quelli di grossi portali come trivago.it, casa.it, Ebay, subito.it immobiliare.it o autoscout24.it, siti che senza dubbio sono ottimi e costano non poco, ma questo non determina il successo in termini di business. Anche un sito più modesto potrebbe tirare fuori dei grandi risultati se però viene mosso bene a livello di seo e webmarketing.

In rete potete trovare siti ecommerce di tutte le tipologie: siti di abbigliamento, smartphone, tablet, moto, auto, elettronica, audio, giocattoli, farmaceutici, occhiali, articoli sexy, alimentari e addirittura prodotti tipici locali. Di questi solo alcuni riescono a vendere qualcosina di tanto in tanto anche se raramente sviluppano un business interessante. Possiamo dire che l’80% dei siti di commercio elettronico è un flop, purtroppo molta gente disperata vorrebbe investire i propri risparmi per iniziare a lavorare, immaginate a chi ha speso 10.000€, ma non spaventatevi, c’è chi ha investito anche 50.000€ è non ha venduto nemmeno un prodotto. Anche se un sito costa molto non vuol dire che porta dei guadagni, solitamente si paga solo la complessità del progetto, con questo vogliamo dirvi che potrebbe bastare un sito semplice per ottenere dei risultati migliori.

C’è chi si è armato di buona pazienza ed è riuscito a costruirsi un sito web senza spendere nemmeno un centesimo e poi spinto dalla soddisfazione si è messo a studiare anche un pò di seo base generando dei piccoli introiti che certamente non si possono rifiutare, sono davvero rari in casi in cui gli introiti sono diventati sostanziosi, questo perchè dietro ad un ecommerce spesso ci sono delle vere strategie di marketing, per non parlare del motore commerciale google adwords che permette di far apparire il proprio sito nelle prime pagine di Google per le parole chiave scelte. Promuovere la propria attività con servizi come adwords non è proprio economico anche se alla fine vi è un ritorno di investimento.

Forse se ne sarà sentito parlare raramente ma esistono persone che si sono tolte tutti i risparmi per investirli nella realizzazione di un sito web ecommerce, il risultato è che ora sono con le pezze al culo. La gente si illude, si butta in questo campo senza alcuna esperienza, raramente è accaduto invece che il negozio online è andato bene, avvolte perchè si trattava di un mercato con poca concorrenza, altre volte per pura fortuna ma parliamo di casi eccezionali. La gente in gamba che riesce ad appropriarsi di questo mestiere può anche guadagnare tanto, però scusate il gioco di parole, ci sono dei però! ad esempio qualche settimana fa sono stato contattato da un utente che era preoccupato perchè fino all’anno scorso riusciva a fatturare oltre 50.000€ al mese vendendo cartucce per stampanti, ora invece fattura solo 15.000€ al mese. Ma cosa è successo? Gli algoritmi di google cambiano e se non si è al passo con i tempi la concorrenza fa da padrona!

Intanto consiglio di non prendere seriamente quei webmaster che dicono che i loro siti vendono, se un sito vende non è tanto per il suo aspetto grafico o la sua struttura quanto ad altri aspetti che hanno a che fare di più con il webmarketing ed in parte con la seo. Capita spesso che i furbi webmaster che si propongono per realizzare un sito ecommerce deviano il discorso “posizionamento nei motori di ricerca”, il loro obbiettivo è quello di mettersi i soldi in tasca senza preoccuparsi di quello che andrete incontro. Avvolte basta davvero poco per guadagnare online, non è detto che sia necessario creare un sito web ecommerce, ad esempio noi vendiamo dei servizi, ad esempio realizziamo siti web a determinati prezzi eppure il sito che vedete è solo un sito vetrina che non presenta nessun carrello elettronico, inoltre i vantaggi di un sito vetrina sono che non servirà inserire i prodotti, modificare i prezzi, controllare la disponibilità dei prodotti, ecc. In poche parole non richiede del lavoro aggiuntivo.

Come creare un sito di successo

ecommerce

Dopo diversi anni di esperienza e numerosi casi di successo nel campo seo a livello nazionale e internazionale, posso permettermi di dire la mia. Per portare al successo un sito web non servono esclusivamente competenze tecniche, molte volte bisogna usare il buon senso e sopratutto sono proprio i piccoli consigli che fanno la differenza, parlo di quei consigli che per moti lettori potrebbero sembrare banali.

 Come creare un sito internet di successo?

Non c’è cosa più sempice, bisogna offrire agli utenti quello che si aspettano di trovare.Immaginate ad esempio di andare a visitare il sito di un ristorante, preferite trovare una pagina interamente dedicata al suo chef e a quelle che sono le sue esperienze oppure volete vedere un listino prezzi con il menu? Ovviamente il menu! che importa sapere cosa ha fatto nella vita lo chef. A pensarci bene mi è capitato anche qualche esempio reale, in uno di questi il cliente mi ha chiesto di fare un sito che doveva contenere oltre 200 immagini relative ai lavori svolti dalla sua azienda, trascurando del tutto che gli utenti sono interessati ai servizi offerti!. E’ così difficile capire quanto sia facile capire le esigenze degli utenti? Fortunatamente ci sono anche molti webmaster che non riescono a capire che molti miglioramenti a primo impatto banali potrebbero fare la differenza, questo mi ha permesso di posizionare i miei siti e quelli dei miei clienti in prima pagina su google.