Come la costruzione di un sito web di successo permette di vendere su internet?

 
Realizzazione siti web - Costo siti internet - Siti web offerta - Creare sito web

La maggiorparte dei siti web ecommerce non riesce a vendere nulla perchè non sono seguiti da dei veri esperti in webmarketing ma alcuni consigli che potrebbero tornare utili li trovate qui:

Quando non conviene realizzare un sito di commercio elettronico
Aprire un negozio online ecommerce e aumentare le vendite
Come lo sviluppo di un sito web di commercio elettronico può garantire il successo
3 aspetti vincenti per la realizzazione di un sito web di commercio elettronico
Consigli per migliorare l’esperienza di acquisto di un sito web ecommerce

Negli anni passati pur di guadagnare qualcosa mi sono sempre messo a studiare qualcosa, purtroppo avere le capacità non basta, ma è importante trovare o meglio (più comodo) farsi trovare dai clienti, per questo un giorno mi venne l’idea di promuovere i miei servizi realizzando un sito web. Quando ho aperto il primo sito web non arrivavano mai rischieste da parte degli utenti, questo perchè il mio sito poteva essere trovato solo da chi conosceva il mio nome, per questo ho pensato di farmi trovare le parole chiave inerenti ale mie attività, ad esempio “riparazione computer taranto”, “formattazione computer taranto,” ecc.

L’importanza di un titolo o di una frase per il successo
Prima di svelarvi quali sono state le azioni che hanno permesso di far crescere il mio sito web voglio farvi capire come devono essere i titoli dei vostri contenuti. Ad esempio se avete inserito nel vostro sito una pagina che promuove il vostro servizio di formattazione di computer, credete che sia più efficace inserire il titolo 1 o 2?

Titolo 1: Vuoi formattare il tuo computer? ecco come fare..

Titolo 2: Ecco come riparare un computer

Anche se i titoli possono sembrare simili dato che si tratta sempre di un guasto del pc, quando un utente effettua una ricerca sul web, se vuole formattare il proprio pc, si aspetta di trovare risultati più attinenti con la parola “formattare”. Quindi cercate di inserire i titoli che gli utenti vorrebbero trovare.

Un sito web per avere successo dovrebbe avere le seguenti caratteristiche:
- deve essere tra i primi 20 risultati di google (yahoo e bing producono poco traffico quindi si possono pure risparmiare)
- deve essere veloce e ultra navigabile con dei menu intuitivi
- deve essere citato un pò ovunque (directory, social media, comunicati stampa, blog, siti, ecc.)
- deve avere quel qualcosa in più rispetto ai competitor
- deve essere utile per gli utenti
- deve essere poco promozionale
- deve contenere nei metatag le keyword più attinenti a quello che offre
- deve avere contenuti originali, dettagliati e di qualità
- deve essere creato con un codice pulito senza errori
- deve essere aggiornato
- deve avere un buon numero di backlink
- deve ispirare fiducia agli utenti ed esporre tutte le informazioni utili (recapiti e referenze)
- deve poter monitorare gli utenti che accedono al sito
- deve permettere agli utenti di condividere i contenuti nei social media
- deve avere un nome di dominio facile da ricordare e che ispiri professionalità

I siti di successo sono quelli che offrono ai visitatori ciò che cercano, potrebbe essere una buona idea creare dei sondaggi per capire cosa potrebbe piacere ai visitatori. In questo articolo ho fatto l’esempio di un sito di un ristorante, preferite trovare una pagina dedicata al suo chef o al listino prezzi con il menu? Ovvio che agli utenti interessa vedere le foto del ristorante con i prezzi dei menu, purtroppo molti siti non mettono a disposizione degli utenti le informazioni più importanti.

Gli errori nei codici di programmazione
Anche se influisce poco nei motori di ricerca almenochè non ci siano degli errori nella scrittura del codice in modo disastroso, è importante che un sito sia costruito con un codice corretto evitando tanti inutili script che lo appesantiscono. Se avete bisogno di un analisi seo potete contattarci in modo da perfezionare il vostro sito.

Siti bannati da Google
Spesso mi contattano utenti che non trovano più il loro sito nei motori di ricerca perche vengono penalizzati o addirittura bannati da google. Questo accade perchè in rete si trovano webmaster senza esperienza nei motori di ricerca che propongono i servizi seo a prezzi molto bassi, dato che il lavoro seo è impegnativo, non può essere fatto a prezzi economici, considerando che non assicura la riuscita dell’intervento di posizionamento. I webmaster che chiedono poco spesso utilizzano delle tecniche spam che fino a qualche anno fa funzionavano pure, fino a quando google non capiva che c’era quancosa di innaturale nei suoi algoritmi. Infatti ci sono siti che sono stati bannati anche a distanza di qualche anno. Non è meglio dormire tranquilli sapendo che si lavora in modo pulito? Ci sono aziende che a causa delle forti penalizzazioni con conseguente perdita di traffico, hanno dovuto chiudere barracca!, potete trovare un caso qui: Dj stools vittima di google penguin.

I nostri siti non vengono bannati perché conosciamo bene le regole di google
Lavoriamo da diversi anni come webmaster e esperti seo e sappiamo come posizionare un sito web usando solo delle tecniche che non violano le norme dei motori di ricerca.

Ecco le regole che adottiamo per i nostri clienti

1) Avere un sito che scali le classifiche sui motori di ricerca
Un sito deve avere necessariamente i contenuti che interessano agli utenti, anche a scapito di una grafica molto elaborata. E’ importante che le pagine abbiamo dei contenuti a tema con quello che in teoria dovrebbe offrire il sito agli utenti. Bisogna evitare le pagine in flash in quanto i motori di ricerca non sono in grado di capire il significato delle immagini, così come bisogna evitare di appesantire il sito con codici di programmazione come Java, Javascript ed i frame. Il sito non deve contenere articoli presenti in altri siti perchè i motori di ricerca odiano i copioni, penalizzandoli. Quando google trova 2 siti che hanno gli stessi contenuti, stabilisce chì è il vero autore mettendo il sito copione in un indice supplementare.

Un sito che subisce questa penalizzazione difficilmente sarà trovato dagli utenti, Google conserva le pagine con i contenuti duplicati, ma conserva anche le pagine con contenuti poco interessanti mettendoli in questa categoria supplementare che non avrà una buona visibilità.  Le cose che vi dico non sono frutto di mie idee e basta, lo dice anche Matt Cutts, l’ingegnere di google in questo articolo in inglese. Quando i nostri clienti ci richiedono il servizio di scrittura delle loro pagine (copywriter) analizziamo prima quali sono le parole che gli utenti potrebbero digitare affinchè possano essere interessati ai servizi offerti. Vi ricordo che l’analisi delle parole chiave è molto importante, ci sono siti che sono in prima pagina per parole chiave che non digita nessuno, e quindi non ottengono visite!

Si può posizionare un sito senza dover pagare un esperto seo?
In rete si trovano facilmente i consigli su come ottimizzare un sito web, ma senza almeno un consulente che spiega come posizionare il sito, sconsiglio di andare allo sbaraglio, quest potrebbe comportare delle penalizzazioni, inoltre i motori di ricerca cambiano sempre le regole, quindi un esperto seo sarà sempre aggiornato su come agire.

Bisogna evitare di inserire in modo ripetitivo nei contenuti le parole chiave di proprio interesse, così come bisogna evitare di mettere una grande lista di parole chiave all’interno dei meta tag e sopratutto nel meta keyword che serve a ben poco. Se un webmaster che si spaccia per seo fa qualcosa di simile potete capire subito che non è un professionista. Alcuni potrebbero usare questi trucchi senza avere benefici ma neanche penalizzazioni, eppure se qualche utente fa la spia segnalando il tutto a google, le penalizzazioni arrivano! Fortunatamente se noi appariamo in alto nei motori di ricerca è perche la maggior parte dei nostri competitor sono convinti che bisogna realizzare siti ad alto impatto grafico.  Così come non sono in grado di fare siti attira-traffico per le loro we agency, sarà altrettanto per i loro clienti. Per partire con il piede giusto potete rivolgervi a noi per uan consulenza, nella pagina “costi” potete trovare i prezzi orientativi di alcuni nostri servizi. Se il vostro sito non ha visitatori e non è stato creato da un esperto seo, bisognerà realizzarlo da zero.

2) Creare una struttura ultra navigabile
Una struttura intuitiva migliora l’esperienza di navigazione dell’utente. In media ogni utente visita 2 pagine per sito, quando la media delle pagine sfogliate su un sito è inferiore alle 2 vuol dire che il sito non è proprio il massimo per gli utenti che magari potrebbero trovarsi meglio con il sito di un vostro competitor. Google ovviamente tiene conto anche del numero delle pagine sfogliate di un sito.   Quando progettiamo un sito facciamo in modo che un visitatore già dalla home page possa trovare tutto il necessario a portata di mano.

3) Creare un sito veloce 
Gli utenti quando cercano delle informazioni sul web cercano in modo frettoloso, chiudendo subito le pagine dei siti poco interessanti o lenti da caricare. Google è al corrente di questo quindi penalizza i siti che superano i 2 secondi per il caricamento delle pagine. Considerate inoltre che la maggiorparte degli utenti non naviga più con l’adsl ma con un dispositivo mobile, avere un sito veloceè davvero una cosa da non sottovalutare.

4) Far sì che gli utenti compiano delle azioni
I visitatori possono essere motivati a compiere un azione se ad esempio si inseriscono delle promozioni, si potrebbe scrivere nel sito qualcosa tipo: “solo per questa settimana possiamo realizzare il vostro sito ad un prezzo scontato del 50%”, oppure si possono motivare i visitatori a iscriversi alla newsletter con una frase tipo: “se vi iscrivete questo mese riceverete l’ebook gratuito contenente i 10 migliori modi per posizionarsi su google”. Per motivare i visitatori bisogna sempreregalare qualcosa (informazioni interessanti, software, sconti, omaggi).

5) Catturare l’attenzione dei visitatori
Quando i visitatori vanno spesso a visitare un sito, vuol dire che quel sito ha qualcosa di veramente utile da offrire e google tiene in considerazione anche questo. Anche voi potete fidalizzare i vosti visitatori inserendo nel sito ad esempio l’area blog dove almeno un paio di volte al mese potete offrire dei suggerimenti, articoli o qualsiasi cosa che possa attirare l’attenzione degli utenti. Ad esempio per far si che continuare a leggere gli articoli del mio sito potrei dirvi che tra 1 settimana scriverò un altro articolo contenente 2 consigli fondamentali per il posizionamento sui motori di ricerca che ancora non ho svelato. Quando si offrono degli aggiornamenti interessanti agli utenti è una buona idea avere anche un form di iscrizione alla newsletter, in questo modo è possibile avvisare a tutti gli tramite email che è stato postato un nuovo articolo.

6) Visibilità da tutti i dispositivi e browser
Far si che il sito sia visibile da tutti i browser e dai dispositivi mobili aiuta a non perdere una fetta di visitatori che negli ultimi anni è diventata sempre più ampia. I browser a cui dare importanza perchè coprono il 97% del mercato sono: Internet Explorer (5/6/7/8/9), Firefox, Chrome e Safari. Molti siti non si vedono con i dispositivi mobili come iPhone e iPad perché fanno uso di animazioni in Flash.

7) Contenuti freschi e di qualità
Ad esempio in questa pagina sto rivelando alcune tecniche importanti per avere successo con un sito web, credete che questa risorsa non venga letta da chi è affamato di questo tipo di informazioni? Ricordate che tutto ciò che piace agli utenti piace anche ai motori di ricerca perchè il loro interesse è quello di soddisfare le richieste degli utenti.

8) Evitare di essere poco credibili
Gli utenti hanno anche loro un intuito e se quello che si scrive non rispecchia quello che  si è in grado di offrire, si perderà credibilità. Ad esempio se andate su un sito che appare in prima pagina con il titolo “scarica le basi musicali”, ma in realtà non trovate niente da scaricare, la prossima volta appena vi ritroverete quel sito lo chiuderete immediatamente, un alto tasso di chiusura di un sito è indice di bassa qualità per i motori di ricerca.

9) Far si che gli utenti si fidino
Gli utenti sono spesso diffidenti quando devono acquistare qualcosa da internet, se poi non trovano delle informazioni che rendono il tutto più credibile questo peggiorerà la situazione. Consigliamo di mettere all’interno del sito le pagine chi siamo e dove siamo senza far mancare i recapiti telefonici e la P.IVA o il codice fiscale. In alcuni casi quando il proprietario del sito web è abbastanza noto, si può sorvolare su questo consiglio, questo perchè gli utenti sanno già con chi hanno a che fare. Ad esempio basta cercare su Google delle informazioni su di me (Francesco Greco) per capire vita, morte e miracoli, considerando che il mio profilo Google plus è stato visualizzato da oltre 10.000.000 di visitatori e per essere credibile vi invito a cercarlo, vedrete che il contatore di Google vi mostrerà tutto il traffico ricevuto, contano i fatti no?.

10) Aggiornare il sito costantemente
Quando si giunge un sito che non viene aggiornato da anni ci si chiede se non è stato del tutto abbandonato, ancora peggio se si tratta di un sito aziendale che magari espone dei recapiti vecchi e inesistenti.

11) Monitorare gli utenti che accedono al sito
Per monitorare gli accessi al sito bisogna installare google analytics che è importante per capire come si comportano gli utenti sul sito. Il loro comportamento è fondamentale per il posizionamento sui motori di ricerca, quindi bisogna prestare attenzione a questi dati:

- Tempo di permanenza sul sito
- Frequenza di rimbalzo (tasso di chiusura del sito)
- Traffico diretto
- Keyword da cui provengono i visitatori
- Siti da cui provengono i visitatori
ecc..

12) La scelta giusta del nome di dominio

Un nome di dominio può influire nel posizionamento sui motori di ricerca. Ad esempio se il vostro sito si chiama ebay, molti utenti potrebbero ricordarsi del nome perche è semplice da memorizzare e inoltre è breve. Immaginate invece che il sito si chiamasse “ebaycolgoticasum”, ihihi il nome è inventato, ma chi se lo ricorderebbe? Google da molta importanza ai siti che vengono ricercati sui motori di ricerca e sa quando un utente cerca un determinato sito, se ad esempio digitate su google “ebay” vi uscirà per primo il sito ufficiale di ebay e non altri siti che magari parlano di ebay, questo per farvi capire che più viene memorizzato/cercato il nome del vostro sito e iù google capirà che si tratta di un brand importante per gli utenti. Potete trovare un argomento dettagliato al riguardo in questo articolo.

13) Condivitete le offerte e i contenuti più interessanti
Postate a tutti gli utenti che potrebbero essere interessati ai vostri servizi, le vostre offerte o i contenuti del sito più interessanti, potete trovare i potenziali clienti in forum e blog della stessa nicchia di mercato, ma anche sui principali social network come facebook, twitter e google plus.

14) Il sito deve essere pensato per gli utenti
Detto questo cercate di strutturare il sito pensando alle necessità degli utenti che lo navigano

Related posts:

Qual'è il costo per la realizzazione di un sito web
3 aspetti vincenti da considerare per la realizzazione di un sito web di commercio elettronico
Come creare un sito di successo
Aprire un negozio online ecommerce e poi? Consigli per aumentare le vendite
Quanto costa la realizzazione di un sito web + il posizionamento su Google?
Come fare un sito Internet
Come creare pagine Web / siti internet gratis?
Realizzazione siti web Taranto, Brindisi, Lecce, Bari, Foggia (Puglia)

Comments are Closed